Come scegliere il pavimento adatto alle proprie esigenze

Consigli per la scelta della pavimentazione

La scelta del pavimento richiede un’attenzione maggiore rispetto a quella dei mobili o degli elementi di arredo. Oltre a trattarsi di un superficie piuttosto vasta che andrà ad occupare gli spazi dell’ambiente interno, un pavimento viene sostituito molto raramente. Ecco perché dovremmo effettuare una scelta oculata, che tenga conto delle nostre particolari esigenze. In questa guida andremo a vedere alcune linee guida utili in tal senso.

I pavimenti in resina

Se dobbiamo rimodernare una casa ed abbiamo la necessità di abbattere i tempi ed i costi per la demolizione del vecchio pavimento, potremmo prendere in considerazione una delle tecniche più moderne in fatto di pavimenti. Stiamo parlando dei pavimenti in resina. Mentre un tempo questa soluzione veniva proposta solamente in ambito industriale, oggi prende sempre più piede anche in quello domestico o commerciale. Si tratta di un prodotto autolivellante che viene posizionato e steso anche su pavimentazioni già esistenti. Il risultato sarà una superficie estremamente resistente, sulla quale potremo imprimere delle sagome e dei disegni geometrici prestabiliti tra cui scegliere. Dovremo semplicemente contattare una ditta specializzata in pavimenti in resina Roma.

Il gres porcellanato

La soluzione più comune in assoluto è quella di montare delle piastrelle in gres porcellanato. Suggeriamo questa soluzione per chi ha animali in casa e non ha né il tempo né tantomeno la voglia di dedicarsi alla continua manutenzione delle superfici. Si tratta infatti di un materiale estremamente resistente ai graffi ed alle scalfitture. Negli ultimi anni si è spinto molto sulla produzione di piastrelle in gres che riproducono l’effetto di materiali naturali quali il legno, la pietra o il marmo. Potremo così ottenere l’effetto visivo che più ci piace sfruttando tutti i vantaggi del gres.

Il parquet

Se siamo innamorati dei materiali naturali che donano un tocco di calore ed eleganza senza pari, allora possiamo prendere in considerazione l’idea di un pavimento in parquet. A differenza di una volta, i parquet di oggi sono molto più resistenti, e possono essere montati anche nelle stanze considerate taboo per il legno, come il bagno o la cucina. Il piacere di camminare su un materiale “vivo” è impareggiabile. Le principali tipologie di parquet sono tre: quello massello, il prefinito o il laminato. In genere, la scelta che più di ogni altra combina qualità e prezzo è il prefinito. Si tratta di un parquet multistrato già levigato e verniciato, che dovrà solamente essere montato dal parquettista. La sua parte più superficiale è composta da un legno più pregiato e resistente, mentre gli altri strati hanno più che altro una funzione di supporto.

Il cotto

Se amiamo le ambientazioni rustiche, allora le piastrelle in cotto faranno al caso nostro. Si tratta di argilla lavorata e riscaldata in forni ad altissime temperature. L’effetto sarà una piastrella sul marroncino-arancione non proprio perfetta nell’uniformità di colore. Ma questo dettaglio viene considerato un pregio del cotto, che concorre nel creare l’atmosfera calda e rustica nella nostra abitazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *