scegliere-city-car-macchina-per-città

City car, convenienza in città: quali parametri selezionare per l’acquisto?

Scegliere un’auto da acquistare non è per niente facile. Bisogna valutare la praticità e la funzionalità sulla base dei nostri impegni e delle nostre esigenze. Il mercato automobilistico è ricco di varie tipologie di auto: esistono infatti le auto sportive, le auto familiari, i fuoristrada, ecc. Ognuna di queste auto è creata in base agli scopi e alle caratteristiche che si adattano ai parametri scelti dall’acquirente, come ad esempio un motore potente, un ampio bagagliaio e qualche accessorio.

Solitamente, però, gran parte del tempo che dedichiamo alla guida non lo impieghiamo per fare viaggi fuori porta ma nelle strade delle nostre città, magari imbottigliati nel traffico o alla stressante ricerca di un parcheggio. Ed è proprio per questi motivi che la maggior parte delle persone tende a scegliere automobili di piccole dimensioni, ovvero le city car.

Il successo di queste piccole auto si è verificato già a partire dagli anni ‘80 proprio per evidenziare quella tipologia di auto con particolari caratteristiche adatte per circolare in città. In Italia le prime city car della storia sono state la Fiat 500 e la Fiat 600, ritenute il simbolo della classe operaia e del boom economico. Oggi le case automobilistiche che producono auto specifiche per la città sono moltissime (troviamo facilmente auto Peugeot, Opel, Renaut pensate appositamente all’uso), anzi, si potrebbe dire tutte.

Qual è la migliore automobile per la città?

Ma quali sono i parametri che un acquirente deve prendere in considerazione per l’acquisto di una city car? Partiamo innanzitutto dall’efficacia e dalla produttività dell’automobile. Per quanto riguarda l’efficacia facciamo riferimento alla maneggevolezza, alle piccole dimensioni per fare un parcheggio, una facile percorrenza nelle strade oppure una maggiore praticabilità per i neo patentati. Invece, per quanto riguarda la produttività, si fa riferimento ai consumi molto più ridotti rispetto alle auto di grosse dimensioni, eco-sostenibilità ambientale da cui ne deriva la riduzione dei costi di manutenzione e del carburante.

Una caratteristica che non deve essere messa in secondo piano è senz’altro la sicurezza: un’auto può essere anche bella ma se non rispetta le norme di sicurezza, va esclusa. Difatti, quando si acquista una macchina troppo economica, si nasconde la stabilità della carrozzeria o l’efficacia dei freni, dunque la cosa migliore da fare è consultare la scheda tecnica per conoscere i risultati di sicurezza recenti.
Il fattore di sicurezza più importante è costituito dal sistema ABS e AIR BAG di serie.

Una cosa è sicura: queste piccole auto consumano pochissimo e sono molto efficienti. Esse prevedono infatti la presenza di motori, oltre che a benzina, anche a gas, gasolio ed elettrici. I motori possono arrivare a 1330 di cilindrata con una potenza di 90 cavalli; il cambio è dotato di 5 marce e può essere sia manuale che automatico. Vi sono anche alcuni motori che garantiscono un maggiore risparmio energetico e prevedono il sistema Start & Stop, un sistema che permette di spegnere il motore quando ci si trova davanti al semaforo, riducendo dunque le emissioni di anidride carbonica.

Come già accennato in precedenza, il mercato delle automobili offre molte opzioni ma oggi la city car per eccellenza è la Smart, una piccola automobile guidata soprattutto dai giovani. Per le sue piccole dimensioni e per i bassi consumi è apprezzata anche da persone che sono costrette a stare per ore e ore imbottigliati nel traffico cittadino.
Oltre alle piccole dimensioni, la Smart ha una piccola cilindrata che varia dai 700 ai 900 cc che si riflette positivamente sui consumi, ha un ottimo acceleratore e il cambio automatico. L’unica pecca è che può trasportare solo due persone.

Per quanto riguarda la Fiat, un modello che rientra nella linea delle city car è la 500 di seconda serie, lanciata negli anni novanta e inizialmente sviluppata con un motore di 700-900 cc e, successivamente, con una motorizzazione di 1100 cc nella versione sportiva. Vi è anche la Fiat Panda, un’auto che ha tutte le caratteristiche di una city car, dal comfort alla motorizzazione, ed è una delle auto più utilizzate dal pubblico femminile.
Nell’ampia gamma delle Fiat rientra senz’altro la nuova versione della Fiat 500, con uno stile retrò ma con un prezzo un po’ elevato nelle versioni più accessoriate.

Oltre alla Fiat e alla Smart, possiamo citare:

  • Renault Twingo: una city car adatta per essere guidata in città, grazie alle piccole dimensioni e motori vivaci. L’aspetto caratteristico è costituito da linee squadrate e un frontale compatto dal quale si evidenziano due linee di fari, una grande quadrata e una piccola e rotonda. È dotata di uno sportellone posteriore e di 5 porte che rendono l’accesso ai sedili posteriori. Una particolarità di questa auto è il motore e la trazione entrambi posteriori. Purtroppo la versione TCi Duel con motore 1.0 da 69 cavalli non è dotata di climatizzatore, per cui si consiglia l’acquisto della versione La Parisienne che, oltre a includere il condizionatore, è dotata anche di accessori utili come il sistema R-LINK Evolution, sensori di parcheggio e comandi al volante.
  • Suzuki Ignis: la caratteristica di quest’auto è il look da crossover in miniatura. È lunga infatti 3,70 metri, con linee alte e squadrate, un frontale alto reso unico dalla grande mascherina e dai fari squadrati. La versione base (iCool) è dotata di un motore 1.2 da 90 cavalli che include il sistema multimediale con schermo touch da 7 pollici, radio DAB e climatizzatore. Possiamo trovare anche la variante ibrida che riduce i consumi di carburante.
  • Opel Karl: auto compatta con una lunghezza di 3,68 metri, adeguata a 5 passeggeri. La qualità degli interni è una caratteristica di questa auto, dotata di un sistema di infotainment, sistema caratteristico di vetture di categoria superiore. Ha un motore 1.0 benzina da 73 cavalli che comprende il climatizzatore, comandi radio al volante e un sistema di assistenza per le partenze in salita.
  • Volkswagen Up: è una delle city car sportive insieme alla Seat Mii e la Skoda Citigo. È dotata di uno sterzo leggero che offre un’ottima reattività e un ottimo motore tre cilindri; purtroppo è senza climatizzatore ma è presente nella versione Move Up. Disponibile anche una versione Eco, un ibrido benzina/metano.
  • Peugeot 108 VTi: city car per eccellenza, dotata di un motore VTi 68 cavalli, ABS e controllo elettronico della stabilità, air bag e fendinebbia anteriori, climatizzatore e un sistema di controllo dell’arretramento in salita, un pacchetto in grado di dare sicurezza a chi guida questa auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *