Materiali per il settore delle costruzioni

I nuovi materiali indispensabili per le aziende del settore costruttivo

Ogni impresa edili deve sapere le nuove tecnologie presenti nel mercato e valutare se sono adatte a raggiungere determinati requisiti di qualità, tenendo sempre presente il prezzo.

Questo articolo si collega a molti temi del settore edili, basti pensare all’inquinamento atmosferico, alle leggi e regole che stanno uscendo sempre più spesso dove si danno dei divieti impressionanti dato che l’aria soprattutto nelle grandi città è molto inquinata.

Questi giorni l’inquinamento atmosferico nelle città è un grosso problema, e, di conseguenza, gli edifici che contribuire ad alleviare il problema vanno per la maggiore. Perché sappiamo tutti molto bene che non è solo un problema di traffico o di macchine troppo vecchie per circolare.

Negli ultimi anni, però, i progettisti hanno iniziato a muoversi oltre la semplice riduzione delle emissioni di un edificio e ha iniziato a lavorare con le tecniche che in realtà rimuovono le sostanze inquinanti dall’aria, attraverso sistemi come la facciata di Nemesi “fotocatalitico” per il Padiglione Italia 2015 Expo di Milano che cattura e reagisce con l’inquinamento in presenza di luce.

Breathe Brick il mattone che purifica l’aria dentro la tua casa

Tuttavia, nella maggior parte dei casi queste nuove tecnologie sono strutture, che interessano soltanto l’aria che viene fisicamente in contatto con loro. Che cosa succederebbe se gli edifici potrebbe assumere un ruolo più attivo attirano l’ inquinanti dal cielo? Che cosa succederebbe se gli edifici potessero lavorare un pò più come un aspirapolveri? Questo era esattamente l’ispirazione dietro la Breathe Brick sviluppato da Carmen Trudell, un assistente professore alla scuola di Cal Poly di San Luis Obispo di architettura. Una cosa da pazzi se ci si pensa bene ma sicuramente non può portarci ad una cattiva strada dato che questo materiale funziona eccome

Breathe Brick e la ventilazione

Il Breathe Brick può funzionare con entrambi i sistemi di ventilazione meccanica e passivi, come il mattone offre semplicemente aria filtrata nel interno del muro; questa aria può quindi essere trasportato all’interno dell’edificio attraverso dispositivi meccanici o attraverso aperture azionate da sistemi passivi quali la ventilazione meccanica.

La ventilazione è un altro tema già trattato datanti siti web ed è fondamentale per un ambiente sano e di benessere interno

Ancora più importante è capire cosa rischiamo se all’interno della costruzione non abbiamo una buona ventilazione

Nei test galleria del vento, il sistema è stato testato per filtrare il 30% delle particelle fini (come inquinanti atmosferici) e 100% di particelle grossolane quali polvere. Poiché l’intero sistema è relativamente poco costoso, il Trudell pone la Breathe Brick un modo per abbassare i livelli di inquinamento nei paesi in via di sviluppo, dove la rapida espansione dell’industria e normative ambientali meno severe spesso causare problemi.

Questo nuovo tipo di mattone può essere una soluzione per migliorare gli edifici ed l’urbanizzazione, con il tempo vedremo gli sviluppi e se le imprese edili confermeranno l’opinione della Trudell in merito al Breathe Brick, perché dopo tutto solo le imprese edili possono decidere se è un buon materiale o meno


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *