Aprilia e Dovizioso

Trascorsa la due giorni sulla RS-GP il forlivese dichiara: “condizioni sul bagnato difficili, occorre un’altra prova. I tifosi mi spingono verso Noale e mi fa piacere. L’Aprilia mi sta accontentando in tutto ma ancora non si può dire cosa succederà”.

MotoGp, piloti, costruttori sono tre paralo che portano i tifosi anche a pensare al mondo delle scommesse e per questo il sito visita bet2u può far gola a chi vuole divertirsi nei pronostici.

Nelle prove che dovevano decretare l’unione tra Dovizioso e l’Aprilia ci si mette il meteo a mettere il bastone tra le ruote. La pioggia condiziona anche la seconda giornata di prove al Mugello. Il cielo non promette niente di buono e la pista è bagnata e così non si può ancora avere delle basi tecniche certe.

Meteo e prove

Lunedì 25 giri ma condizionati dal meteo e quindi non continuativi. La pista non ha consentito al pilota una verifica ottimale delle migliorie apportate alla RS-GP. Per poter delineare meglio il futuro occorre anche una controprova.

Sfortunati con il meteo, al mattino ho effettuato due uscite per capire in sella due differenti posizioni ma non potevo spingere. Rispetto a ieri la pista era in condizioni più normali, il grip buono ma non speciale per poter capire qualcosa in più. Non ho potuto sfruttare la moto sull’asciutto e per ora l’unica cosa che posso dire è che il feeling non è male.

Non avendo abbastanza feedback non posso paragonare il rendimento della moto con altre e non posso neanche dire all’Aprilia come va la RS-GP. Quando si sale su una nuova moto per la prima volta c’è sempre un grande cambio e serve trovare la posizione giusta per sentirsi a proprio agio.

Una volta conosciuta la moto ti fai un’idea ma c’è ancora bisogno di capire tutti gli aspetti in modo tale da ottenere il feeling giusto e necessario per poter spingere. Serve ancora minimo un altro test per poi poter parlare di dettagli”.

Misano

I tecnici dell’Aprilia sperano di poter fare a Misano il terzo test. “L’intento era di fare due test dichiara Dovizioso e li abbiamo effettuati ma per il terzo ancora ci dobbiamo confrontare. Non avendo spinto ancora non possiamo parlare di gara ma Misano può essere un’idea per il test. Io sto vivendo giorno dopo giorno ed ancora non penso al 2022.

Non me la sento ora di parlare del futuro ma sono contento della possibilità che l’Aprilia mi sta dando”. In merito alla wild care ha detto “non c’è nessun programma ed io non faccio le cose tanto per farle. Per ora non si pensa a correre una gara, non ne sento la necessità e preferisco in questo momento concentrarmi sui test.

E’, un momento importante per me per capire la moto e per l’Aprilia di conoscermi. Mai dire mai ma per ora non ho questo pensiero”.

Tifosi

Il calore dimostrato dai tifosi per questa unione Aprilia-Dovizioso scalda il cuore del corridore. ”Sento fortissima la richiesta di tornare in MotoGP da parte dei miei tifosi e mi rendo conto che il motocross interessa poco.

Spesso mi chiedono di tornare e la cosa mi fa molto piacere ma in questo momento non me la sento ancora di prendere una decisione”. Certo la soluzione con l’Aprilia fa gola ai tifosi specialmente dopo aver ottenuto un buon avvio di stagione con Espargaro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *